Stare seduti a lungo peggiora il respiro

Stare seduti a lungo peggiora il respiro

Anche se può essere difficile accorgersene, stare seduti a lungo ha una serie di effetti negativi sul nostro corpo e sul nostro modo di respirare.

Moltissime situazioni oggi, scuola o lavoro che sia, richiedono di stare seduti a lungo ad una scrivania costringendo la persona in questa posizione innaturale. Oltre a ciò, in caso il lavoro si svolga al computer, il grado di immobilità e rigidità aumenta notevolmente, peggiorando ancor più la situazione.

Se anche tu sei costretto più ore al giorno seduto ti propongo di verificare in prima persona: la prossima volta che ne hai occasione, osserva almeno 3 volte durante la giornata com’è stare seduti a lungo e, se pensi di essere ormai abituato e non sentire nulla di particolare, fai uno sforzo e provaci lo stesso. Oltre a sentire come stanno i tuoi muscoli, osserva come respiri e anche se ogni tanto trattieni l’aria stando in apnea.

E’ probabile che tu ti accorga che qualcosa non vada e che prenda consapevolezza di qualche sensazione spiacevole (purtroppo, se non te ne accorgi, non è perché non sia così!).

Gli effetti dannosi dello stare seduti (sulla sedia)

Ci sono principalmente due motivi che rendono dannoso lo stare seduti a lungo.

  1. Il primo riguarda proprio la posizione che è innaturale e costringe spesso a contrarre continuamente i muscoli generando tensioni. Tipiche sono le conseguenze su zona cervicale e lombare spesso causa di dolori e mal di testa ma, purtroppo, ci sono effetti anche  sulla muscolatura dell’anca e sul respiro, che difficilmente si riescono a collegare a questa abitudine.
  2. Il secondo motivo è meno conosciuto e spesso nemmeno preso in considerazione: mi riferisco all’immobilità che genera lavorare in questa posizione. Spesso i consigli ergonomici su come stare seduti al computer sono molto dettagliati e consigliano distanze e altezze in maniera molto precisa. Il problema è che anche seguendoli non è possibile stare in quella posizione a lungo e se anche fosse non va bene lo stesso perché vorrebbe dire stare immobili. Non siamo fatti per stare immobili a lungo e il nostro corpo deve fare uno sforzo enorme e irrigidirsi. 

Cosa c’entra il respiro con lo stare seduti?

Il respiro, ne abbiamo già parlato, è sicuramente un ottimo indicatore dello stato di salute generale (pensa ad esempio come si modifica in periodi di forte stress) ma è anche un ottimo indicatore per valutare la qualità motoria e il tono muscolare in posizione statiche. Nello stare seduti a lungo, ad esempio, si possono osservare molti effetti e alterazioni sulla respirazione: da un respiro veloce e superficiale ad un senso di compressione, da un accenno di affanno a vere e proprie apnee.

Anche se ormai ci siamo abituati non vuol dire che ci faccia bene e che sia normale!

Per qualche giorno osserva tu stesso queste cose.

Oltre alle conseguenze dirette sul respiro ci sono le conseguenze che a sua volta si innescano respirando in questo modo, in particolare sull’umore, sui livelli di energia e sulla capacità di concentrazione.

Cosa fare per limitare gli effetti dello stare seduti a lungo?

Se non hai la possibilità di ridurre le ore che passi su una sedia ci sono dei piccoli accorgimenti che puoi seguire per migliorare la tua situazione.

Te ne elenchiamo 4 dei tanti possibili e se hai delle domande specifiche scrivi pure nei commenti.

1) Fai spesso delle pause

Ogni 2 ore al massimo fai 15 minuti di pausa. Se puoi anche più spesso.

Le pause e il movimento durante l’orario di lavoro sono molto importanti. Pensa solo a quante ore passi seduto e poi confronta questa quantità con le ore di movimento.

E’ probabile che tu possa notare uno sbilanciamento molto forte, anche se fai attività fisica ogni giorno. Compensare 6-8 ore al giorno di immobilità con 1 ora di movimento, anche della migliore attività fisica, è comunque difficile e per questo è utile spezzare le ore passate sedute con del risveglio e dello scioglimento muscolare.

2) Cambia spesso posizione

Le persone che si accorgono delle tensioni che genera la posizione seduta tentano spontaneamente di muoversi spesso. Hai presente un bambino o un ragazzo a scuola? Essendo loro ancora non abituati del tutto si muovono spesso, a costo di ricevere rimproveri dall’insegnante.

Se ne hai la possibilità potrebbe essere un ottima soluzione usare una fitball. In questo caso fai però attenzione a una cosa importante: non cercare l’immobilità anche qui, ma goditi la possibilità di movimento. Non ti preoccupare se all’inizio ti sembrerà di concentrarti di meno perché dopo poco scoprirai che in realtà così sei più concentrato e creativo.

3) Quando puoi siediti a terra

bambina seduta pratoSedersi a terra è naturale e il nostro corpo è strutturato per adattarsi molto bene a queste posizioni. E’ possibile che inizialmente ci si senta scomodi ed emergano tensioni anche qui.

Niente paura!

Basta approcciarsi con gradualità, cambiare spesso posizione e magari fare del movimento che sciolga bacino e schiena.

Puoi anche provare a svolgere una qualche attività a terra ed è possibile che sarà più facile adattarsi senza pensarci su molto. Hai mai provato a comporre un puzzle a terra? Può sembrare una banalità, ma i movimenti che si fanno durante questa attività possono diventare estremamente benefici e non sembrerà di fare noioso esercizio fisico.

4) Fai tutti i giorni del movimento

Il movimento nella natura è il più benefico di tutti e se hai la possibilità fallo il più spesso possibile. Se senti che per te è buono puoi rivolgerti a qualcuno di esperto e iniziare, nel caso tu non lo faccia già, una qualche attività fisica che tu possa praticare in modo costante e continuativo.

Se segui questi accorgimenti ti ritroverai più sciolto e potrai rimuovere alcuni limiti del tuo respiro.

Ritrovare un senso di maggior benessere e un respiro più libero incide molto sull’umore e sulla capacità di lavorare oltre che ovviamente sul benessere generale.

Se hai domande sui nostri percorsi di Rieducazione Respiratoria scrivici a info@laboratoriodelrespiro.it

Se hai difficoltà a raggiungerci a Padova scopri Rieducazione Respiratoria Online

Chiudi il menu