Russare: conseguenze e rimedi

Russare: conseguenze e rimedi

Russare durante il sonno è una condizione vissuta  da quasi la metà della popolazione in modo saltuario e  da un quarto in modo abituale. E’ un fenomeno talmente diffuso che ormai viene considerato normale e vissuto spesso con estrema rassegnazione da parte di chi russa, portando all’esasperazione del partner.

Se fai parte dei “russatori seriali” o sei il partner sappi che vale la pena prendere in considerazione il problema e non cedere alla rassegnazione dato che:

  1. il sonno perde efficacia e, conseguentemente, aumenta la stanchezza quotidiana (anche del partner!);
  2. si generano tensioni evitabili all’interno della coppia;
  3. una parte di persone che soffrono di roncopatia cronica presentano anche apnee notturne.

Perchè si russa?

Ciò che genera il suono tipico del russamento è la conseguenza della vibrazione dei tessuti molli della gola che reagiscono al passaggio dell’aria. Questo può avvenire per diverse ragioni ma, in ogni caso, c’è un qualche motivo che impedisce il normale transito dell’aria durante la respirazione.

Tra le più comuni cause che concorrono a determinare o peggiorare una roncopatia ci sono:

  • chiusura delle vie aeree (setto deviato, adenoidi, sinusite, …)
  • sovrappeso o obesità
  • età e tono muscolare
  • tensioni psicofisiche e stress
  • farmaci
  • alcol

Cosa osservare in chi russa?

Scoprire di russare è facile: basta chiedere al partner! Ciò che può essere davvero utile è, sempre chiedendo al partner, osservare alcune cose in più durante la notte come, ad esempio, eventuali pause respiratorie protratte per vari secondi. E’ importante, infatti, escludere la presenza di apnee notturne e la prima verifica può essere fatta proprio in casa.

Guarda qui cosa osservare se hai il sospetto di apnee notturne e perché conviene risolvere al più presto il problema.

Se pensi di essere di fronte a questa patologia rivolgiti ad un medico in modo che tu possa verificare attraverso una polisonnografia quantità, durata e tipologia di apnee.

Rimedi: cosa fare per smettere di russare?

Esistono vari rimedi per diminuire o eliminare la roncopatia tra cui:

  1. dimagrire;
  2. regolare il pasto serale e le abitudini prima di coricarsi;
  3. sottoporsi ad un’operazione (ad es. in caso di setto nasale deviato, …);
  4. cambiare posizione durante il sonno, umidificare l’aria;
  5. utilizzare i cerotti nasali o apparecchi dentali

In base al motivo per cui si russa ci sono quindi indicazioni più o meno specifiche. Ovviamente ci sono i casi in cui tutto ciò non funziona o non è praticabile.

Un altro rimedio efficace per il russare: il movimento e l’attività fisica

Al Laboratorio del Respiro attraverso movimenti particolari ed esercizi fisici mirati otteniamo ottimi risultati, sia in caso di roncopatie, sia in presenza di apnee notturne anche gravi.

Con un programma specifico è infatti possibile agire sul tono muscolare delle parti interessate permettendo così un miglioramento della condizione e poter tornare ad avere un sonno più riposante. 

Ulteriori vantaggi

Esiste poi un vantaggio nell’affrontare questa problematica con il movimento: gli effetti non si limitano al problema iniziale, ma si estendono sull’intera condizione di salute andando a migliorare anche altre situazioni. Ecco allora che altri disagi, come ad esempio mal di testa e dolori tensivi, dolori mestruali, stati di affaticamento e di agitazione possono trovare soluzione all’interno dello stesso percorso.

Il risultato è un miglioramento generale della salute e della qualità della vita.

Prova a non pensare esclusivamente alla tua condizione attuale “solamente” senza russare, ma a una condizione in cui sei più in forma, più energico e hai di fianco un partner più rilassato.

Chiudi il menu